Henry Wessel, Henry Wessel, 2007

_DSC8513-1 copia copia

Questa retrospettiva sulla carriera di Henry Wessel, uno dei fotografi più originali e divertenti della fine del XX secolo, traccia il suo contributo al movimento New Topographics degli anni ’70 e continua attraverso più di 30 anni di osservazioni incisive sul panorama sociale americano. In 133 fotografie, offre una gamma di lavori dai primi anni ’60 a una recente serie su Las Vegas, realizzata tra il 2000 e il 2004. In tutto, Wessell non solo racconta le idiosincrasie e le anomalie della California meridionale e del West americano, ma dimostra più e più volte che la fotografia può superare il suo ruolo di documentario per speculare e suggerire narrazioni all’interno e al di là dell’inquadratura. In definitiva, sfida non solo le nostre aspettative sul suo medium, ma anche i nostri modi di vedere e i nostri preconcetti sul familiare. Sandra Phillips, Curator of Photography presso il San Francisco Museum of Modern Art, scrive della sua uscita dal branco dell’epoca, “il lavoro straordinario di Wessel, spiritoso, evocativo e inventivo, è distintivo e allo stesso tempo parte integrante del grande sviluppo della fotografia negli anni ’70. Le immagini continuano a crescere ed evolversi e il lavoro è ora considerato un contributo individuale e importante alla fotografia americana del ventesimo secolo”.

Henry Wessel, Henry Wessel

Steidl, 2007

First edition

27.43 x 29.21 cm

184 pages

Hardcover

English

ISBN 978-3865213914