Lukas Birk, Chongqing Souvenir, 2020

28 Euro

_DSC8788-1 copia copia

3 disponibili

Il libro presenta una registrazione di immagini mai viste di assurde cerimonie tenute durante la Rivoluzione Culturale a Chongqing, in Cina. Le persone perseguite rappresentate nel libro erano dissidenti, intellettuali e oppositori del Partito Comunista che furono puniti pubblicamente durante il periodo violento della fine degli anni ’60. Record come questi sono molto rari e non hanno ancora trovato spazio nelle discussioni pubbliche in Cina o a livello internazionale. Poiché solo i fotografi ufficiali erano autorizzati a documentare queste azioni penali, è quasi impossibile trovare tali immagini in album privati. Ciò ha portato all’idea di collage di immagini con album di foto cinesi che sono stati prodotti nello stesso periodo e sono stati ampiamente utilizzati dal pubblico per mantenere vivi i loro ricordi. Questi tipi di album sono spesso splendidamente illustrati con idee di prosperità e sviluppo della società. Le immagini sono state fornite da una persona anonima a Chongqing, nel 2015. Chiaramente, la Rivoluzione Culturale non è l’unico periodo violento che non si trova negli album fotografici privati ​​o è ancora attivamente soppresso dalle discussioni pubbliche dai poteri di governo. Le atrocità coloniali successive alla prima e alla seconda guerra mondiale, ad esempio, sono ancora difficilmente riscontrabili nei libri di storia occidentale e molto raramente se ne parla in pubblico. Questo libro non tratta dei fatti, ma piuttosto offre un’idea su come portare immagini impersonali di violenza in uno spazio personale di discussione.

Lukas Birk, Chongqing Souvenir, a little tale of Revolution 1967 – 1968

Fraglish Publishing, 2020

Prima edizione di 300 copie

Numerata e firmata

20 × 15 cm

54 pagine

Copertina rigida con imbottitura, rosa o azzurra

Inglese / Cinese

ISBN 978-3-9502773-3-3