Alessio Pellicoro, Abisso, 2021

37 Euro

_DSC8715-1 copia copia

2 disponibili

Abisso è un luogo di cui non si può conoscere il margine, in cui la luce non penetra perché filtrata, o forse volutamente respinta. È un luogo dove si perde il senso dello spazio e del tempo, dove la coscienza vacilla provando a districarsi in una fitta e densa sostanza, cede… ma non cade. La sensazione di inabissarsi nelle profondità marine, forse l’illusione di voler raggiungere un nucleo di consapevolezza, è un percorso costellato di difficoltà che crea stratificazioni nella coscienza, ed è qui che arriva il ribaltamento: percepiamo la possibilità di fuoriuscirne. Questo abisso è lucente, tinto, si anima e brilla al mio passaggio inconsueto. Si rivela, ed io mi rivelo ad esso.

Il litorale costiero del Salento è protagonista di un viaggio notturno e oscuro all’interno di un perimetro immaginario che subisce una metamorfosi surreale. È il luogo che divide il mare dalla terraferma e nasconde un suo universo fatto di pianeti e stelle.”

Alessio Pellicoro, Abisso

Dito Publishing, 2021

Testi di Alessio Pellicoro

A cura e design di Klim Kutsevskyy e Martha Micali

21 x 25 cm

76 cm

Edizione di 250 copie

ISBN 9791280304025